Es Trucadors (Illetas Norte)

Area delle Spiagge Vergini a nord di Illetas
Spiaggia di Trucadors, Formentera

Inform. utili:

Informazioni rapide su questa spiaggia:

  • Lunghezza: 1.300 m
  • Ampiezza: 70-120 m
  • Orientamento: Est-Ovest
  • Tipo: Sabbia e roccia
  • Nudismo: frequente
  • Posidonia: Nessun ritiro
  • Occupazione: media/alta

Servizi disponibili:

  • Nessuno

Bar e ristoranti su questa spiaggia:

Non ce ne sono, il più vicino è a Illetas:

  • Ristorante Es Ministre

Ubicazione

Condividi:

Spiaggia di Es Trucadors (Illetas Norte)

La spiaggia di Es Trucadors è l’estremità settentrionale di Illetas. L’intera area, fino al passo Espalmador, può essere raggiunta solo a piedi. In quest’area ci sono diverse aree balneari.

Descrizione di Es Trucadors

A nord delle spiagge di Illetas e Levante ci sono diverse altre spiagge che possono essere raggiunte a piedi dal parcheggio del ristorante Es Ministre.

Anche se ci sono molti punti sabbiosi dove stendere l’asciugamano, possiamo considerare 6 luoghi come spiagge in quanto tali, anche se non possiamo riferirci a loro con un nome perché non ne hanno uno:

  • La prima e più lunga di queste spiagge (circa 100 metri) si trova proprio dietro la prima collina, a 5 minuti a piedi dall’ultimo parcheggio.
  • L‘ultimo di questi cinque si trova a circa 700 metri di distanza.

Camminando lungo la sabbia e le rocce il passo sarà lento ma raggiungerai quest’ultima spiaggia in circa 15-20 minuti. Dopo questo punto la penisola è al 100% rocciosa e non ci sono più aree balneari. Se vuoi continuare a camminare fino alla fine della penisola di Illetas (ES Trucadors), calcola circa 40 minuti.

Area incontaminata e priva di servizi

Dall’ultima spiaggia fino alla fine della stretta penisola, dove si trova la spiaggia di Punta de Es Borronar (nota come passo dell’Espalmador o n’Adolf), l’istmo è prevalentemente roccioso. A volte, le tempeste invernali riescono a rompere l’istmo in questa zona dell’isola, facendo comunicare le due parti, così che se vuoi continuare ad avanzare devi proseguire su un’area allagata da qualche centimetro d’acqua.

Per arrivare alla fine dovremo camminare per un totale di 1800 metri, per un minimo di 30-40 minuti. Se decidi di farlo, porta con te acqua e sandali o sandaletti, perché nei mesi estivi le temperature sono molto alte e la sabbia e le rocce sono roventi.

L’intera zona è completamente inalterata, a parte un’area con sculture fatte di pietre e detriti portati dal mare che l’autore, Johannes Schultz (residente a Formentera da decenni) ha battezzato La Riada (Il Diluvio).

Il personale addetto alla manutenzione delle spiagge non vi arriva, non ci sono strade per l’accesso dei veicoli, la posidonia non viene rimossa e si possono trovare accumuli di questa pianta marina sulla sabbia o galleggianti nell’acqua, a seconda delle tempeste e delle correnti degli ultimi mesi.

Se trovi rifiuti, Raccogli e portali con te. Se sei un fumatore, non lasciare i mozziconi di sigaretta nella sabbia: impiegano 10 anni per scomparire.

 

Aggiungi una recensione su questo luogo

Tutti i campi sono obbligatori

Recensioni di altri utenti

There are no reviews yet. Be the first one to write one.

Ultimi luoghi aggiunti all'elenco